test zanardi chiappero

La scienza incontra lo sport. E non si finisce mai di imparare

Non si finisce mai di imparare. E qui, tra le pagine di questo magazine dell’Equipe Enervit, di materiale sul quale metterci la testa ce n’è proprio tanto. E tutto di grande interesse scientifico. Perché capire che cosa accade al nostro organismo quando mangia, si muove, dorme è un viaggio incredibilmente affascinante. Sempre, a maggior ragione se accanto a te c’è chi sa il fatto suo.

Si potrebbe definire l’Equipe Enervit una splendida quarantenne, visto che è nata a metà degli effervescenti anni Settanta. E si potrebbe anche dire che come tutte le splendide quarantenni sa che oltre alla forma, ci vuole la sostanza. Punto che, a dire il vero, aveva chiaro sin dall’inizio. Ad averlo instillato nel suo Dna, il suo ideatore, il dottor Paolo Sorbini, uomo di scienza e di conoscenza.

Le conoscenze, o meglio le sapienze, che ha voluto attorno a sé, e che si sono ben presto rivelate l’anima operosa dell’Equipe Enervit, le ha scovate una a una grazie a un uomo altrettanto straordinario, il professor Enrico Arcelli. O prof. Corsa, come lo avrebbero chiamato di lì a poco i tanti campioni (molti olimpici!), atleti e sostenitori.

La fortuna assiste… l’età. E io ho avuto quella giusta per conoscere entrambi. Erano gli anni Ottanta. Galeotto fu l’Isef e i miei primi articoli su come tenersi in forma in maniera scientificamente corretta. Dopo, ognuno di noi ha preso la propria strada. Ma nessuno di noi ha dimenticato l’antico legame.

E ora eccomi di nuovo insieme al team dell’Equipe Enervit. Volti (quasi) tutti diversi, spirito identico. Il loro, di continuare a indagare i misteri della scienza. Il mio, di sapere a che punto sono con la proficua ricerca. Unitevi a me. A volte faremo fatica a seguirli ma, credetemi, ne vale davvero la pena.

 

Lucia Cordero